Per il piacere di tutte le famiglie che cercano nei prodotti qualità e genuinità. Privo di coloranti, conservanti e senza dolcificanti artificiali, è la risposta per il consumatore contemporaneo.

CHI SIAMO

Partendo dalla sua nascita, avvenuta nel 1998, MANIVA SpA è stata protagonista di una rapida evoluzione che da piccola realtà locale l’ha elevata a Gruppo di rilievo nazionale. Il rispetto della montagna, da cui il brand ha preso vita, è rimasto costante, una scelta di valore di cui MANIVA si fa garante del rispetto degli elevati standard qualitativi delle proprie acque, tutte provenienti da fonti di montagna: pure e leggere, particolarmente indicate nell’alimentazione dei neonati.

IL GRUPPO MANIVA

Il Gruppo MANIVA SpA ha consolidato la sua presenza nel settore delle acque minerali con le etichette MANIVA, VERNA, BALDA, VAIA, nonché BIBITE MANIVA e THE MANIVA per le bibite. In questi anni ha stretto rapporti commerciali con i principali canali della distribuzione italiana, con una presenza costante nella Grande Distribuzione e nell’Ho.re.ca., nel Vending e nel Porta a porta. MANIVA SpA imbottiglia a marchio privato anche per alcuni importanti gruppi distributivi (ad esempio Bennet ed il Consorzio Adat). Non solo acqua: MANIVA SpA opera anche nel settore delle bibite analcoliche gassate a base d’acqua minerale, prodotte nello stabilimento di Chiusi della Verna (provincia di Arezzo) e recentemente è entrata nel mercato del the freddo con il nuovo THE MANIVA, a base d’acqua alpina ed erbe di montagna. A connotare le acque minerali del Gruppo, nella competitiva offerta di mercato, sono qualità e gusto: tutte oligominerali d’origine montana, sgorgano in luoghi tutelati, ambientalmente protetti ed incontaminati – il versante bresciano ai confini del Parco Naturale dell’Adamello e l’Oasi naturale delle Foreste Casentinesi; pure e leggere, sono acque riconosciute anche per l’alimentazione dei neonati.

MANIVA OGGI

Con un organico di 60 dipendenti dislocati nei due stabilimenti produttivi di Bagolino (provincia di Brescia) e Chiusi della Verna (entroterra aretino), MANIVA SpA è un’azienda solida ed in rapida crescita, nonostante il grande affollamento competitivo del settore.
Nel mercato altamente frazionato dell’acqua minerale, il Gruppo si attesta ormai tra le aziende di riferimento del settore, con una quota del mercato nazionale e marchi dotati di una propria forza e riconoscibilità da parte dei consumatori. Se la collocazione geografica dei due stabilimenti consente una presenza distributiva diffusa prevalentemente nel Nord e Centro Italia, la particolare composizione organolettica delle acque del Gruppo, sempre più riconosciuta e apprezzata anche al Sud, ne sta facendo crescere la presenza anche in quest’area geografica. L’azienda sta inoltre perseguendo un progressivo ampliamento della distribuzione all’estero, partendo dall’Europa, ma guardando anche a realtà di altri continenti.

STORIA ED EVOLUZIONE

Come trasformare una piccola realtà locale in brand di rilievo nazionale.
Il successo del Gruppo MANIVA è il risultato di scelte imprenditoriali innovative, a volte coraggiose, frutto d’intuito, passione e tenacia.
È il 1998 quando a Bagolino (provincia di Brescia, alle pendici del Monte Maniva) la famiglia Foglio fonda lo stabilimento Dosso Alto SpA, oggi MANIVA SpA. Un passo che ha il sapore di una sfida: aprire uno stabilimento di imbottigliamento d’acqua in un paese di montagna lontano dalle vie di grande comunicazione può sembrare una scelta azzardata. È invece una grande intuizione imprenditoriale.
La produzione inizia a gennaio di quello stesso anno, quando l’acqua oligominerale MANIVA, che sgorga dal monte omonimo e che da sempre è nota per le sue proprietà organolettiche, viene imbottigliata per la prima volta. Lo stabilimento è moderno e funzionale e, in poco tempo, incrementa il numero di bottiglie prodotte annualmente fino a raggiungere gli attuali 140 milioni di pezzi, con un fatturato che si attesta oggi sui 16 milioni di euro.

Nei tre anni successivi all’avvio, parallelamente allo sviluppo della produzione, Dosso Alto SpA incrementa e specializza l’apparato distributivo, grazie anche all’acquisizione, nel 2001, del marchio BALDA, etichetta storica nel mercato delle acque minerali in vetro dedicate alle ristorazioni e imbottigliata fin dal 1964. Il Gruppo può così ampliare la propria gamma di prodotti per soddisfare i diversi canali commerciali nazionali, mentre affida all’etichetta VAIA la propria presenza sul mercato estero del Nord Europa, ampliandone poi la distribuzione sul mercato dei prodotti di convenienza del Nord Italia. Dopo aver raddoppiato la struttura produttiva e la superficie coperta dello stabilimento di Bagolino, nel 2003 il Gruppo Dosso Alto allarga ulteriormente i propri orizzonti imprenditoriali: tappa fondamentale sarà l’acquisizione dello stabilimento SORGENTE VERNA Srl di Chiusi della Verna, nell’Oasi naturale delle foreste casentinesi della provincia di Arezzo. Lo stabilimento, attivo fin dal 1975, viene completamente rinnovato e l’acqua, rinomata per le sue proprietà terapeutiche già citate in un documento risalente al 1666, viene imbottigliata e commercializzata con l’etichetta VERNA.

Con questa nuova realtà produttiva il Gruppo si affaccia con successo nel settore delle bevande gassate a base d’acqua minerale: il marchio AQUIDEA DI VERNA, diventato BIBITE MANIVA, con una gamma di 9 bibite in vetro nei gusti classici, viene subito accolto con favore dai consumatori locali.
Nel 2006 le acque MANIVA e VERNA ottengono il prestigioso riconoscimento del Ministero della Salute di acque idonee per l’alimentazione dei neonati. Nel 2008, ormai a tutti gli effetti Gruppo industriale, Dosso Alto SpA amplia ulteriormente il proprio staff operativo fino ad arrivare a un organico costituito da 60 dipendenti.
L’estate del 2009 segna una svolta importante nella comunicazione del brand: Dosso Alto SpA cede il passo a MANIVA SpA. La scelta di fare del nome del Monte il marchio aziendale sotto cui riunire le diverse realtà aziendali che compongono il Gruppo, si inserisce in un percorso industriale in costante evoluzione, che ha visto l’Azienda trasformarsi in pochi anni da piccola realtà locale a brand di rilievo nazionale.

GLI STABILIMENTI DI
IMBOTTIGLIAMENTO

Bagolino
Stabilimento principale del Gruppo MANIVA, nella Valle del Caffaro, ai confini con il Parco Naturale dell’Adamello, è immerso nello splendido scenario del versante bresciano delle Alpi Retiche. La sorgente principale, che sgorga dal Monte Maniva, assicura la straordinaria leggerezza e l’assoluta purezza di quest’acqua, le cui proprietà organolettiche sono rinomate sin dall’antichità. Vi s’imbottigliano le etichette MANIVA, BALDA e VAIA in vetro e Pet.

Chiusi della Verna
Entrato a far parte del Gruppo MANIVA nel 2003, sorge in provincia di Arezzo, all’interno dell’Oasi naturale protetta delle Foreste Casentinesi. L’acqua minerale VERNA che si imbottiglia in questo stabilimento, vanta una storia antica; infatti già nel 1666 il Conte Ubertini ne apprezzava le qualità terapeutiche. L’acqua minerale VERNA è prodotta in bottiglie di vetro e Pet, mentre le BIBITE MANIVA nella sola bottiglia di vetro.

LE ETICHETTE

Maniva
Marchio bandiera del Gruppo, nella linea PET Classic, completamente rinnovata, conserva in etichetta il noto “abbraccio Maniva” tra mamma e bimbo e rimarca la sua origine alpina, ma soprattutto evidenzia il suo particolare valore 8,0 del pH, fatto che la rende ideale per le diete alcaline e per una sana alimentazione che aiuti il metabolismo del nostro corpo. Una linea completa, che trova la sua naturale collocazione nel consumo casalingo, ma che spazia anche dalla ristorazione al tempo libero, nei diversi formati in vetro e Pet. A questa si aggiunge la linea Chef in vetro blu, esclusiva per l’alta ristorazione.

Balda
L’acqua oligominerale BALDA sgorga da una sorgente alpina incontaminata ai confini con il Parco dell’Adamello; leggera e povera di sodio, è ottima anche per il consumo fuori casa. Marchio nato nel 1964,

BALDA è l’acqua ideale per ogni occasione: una linea completa in Pet Classic per tutta la famiglia, cui si aggiunge la prestigiosa versione in vetro e Pet destinata alla ristorazione.

Verna
Dal Monte della Verna, nelle foreste incontaminate del Casentino, in provincia di Arezzo, sgorga l’acqua minerale VERNA, pura e leggera, ideale anche per i più piccoli. Spesso le cose migliori sono a portata di mano, come recita il claim: “Verna, l’acqua leggera di Casa tua”. La linea Verna, ricorda la sua origine toscana nelle eleganti etichette in stile rinascimentale, declinate in vetro e Pet.

Vaia
All’etichetta VAIA è affidata la presenza del Gruppo MANIVA principalmente per il mercato del Nord Europa, nonché per il mercato dei prodotti di convenienza (ma di qualità) del Nord Italia.

BIBITE GASSATE MANIVA
Una nuova idea di Bibita in acqua minerale Verna, dalla forte personalità, per chi cerca il gusto abbinato ad un frizzante piacere. Una gamma completa di 9 gusti, confezionati in eleganti bottiglie di vetro, con divertenti etichette colorate, che nella grafica ricordano i ruggenti anni ’60.

THE MANIVA
Questa estensione di gamma deriva dall’idea originale di proporre al mercato un The freddo realizzato con acqua minerale di montagna, ingredienti naturali e una leggera infusione di erbe di montagna (ginepro, sambuco e melissa), dando quindi al THE MANIVA un connotato fresco e dissetante.

MANIVA E L’AMBIENTE.
UN IMPEGNO CONCRETO.

Negli anni, MANIVA si è fatta promotrice di alcune scelte eco-ambientali particolarmente significative, in un’ottica di rispetto del delicato equilibrio di quel contesto in cui sorgono i suoi siti produttivi, ai margini del Parco dell’Adamello e nell’Oasi naturale delle Foreste Casentinesi.
In particolare:

– conferimento con modalità sicure e trasparenti ad impianti di depurazione delle acque reflue dei vari cicli produttivi
principalmente quelle derivanti dal lavaggio delle bottiglie e delle casse;

– impiego esclusivo di carrelli elevatori elettrici ad emissioni nulle;

– utilizzo esclusivo di casse in plastica riciclata per il vetro a rendere;
cultura.

– rinnovamento dell’intera gamma di bottiglie in Pet con una riduzione media dei pesi del 25%: minore impatto ambientale, stesse caratteristiche d’inalterabilità delle bottiglie, medesima integrità del prodotto;

– recupero di tutto il materiale plastico derivato dal ciclo produttivo e, più in generale, applicazione rigorosa delle normative su separazione e smaltimento dei materiali di scarto;

– contributo alla tutela del territorio grazie ad uno stretto rapporto con le amministrazioni locali; vedi, ad esempio, la collaborazione con il Comune di Bagolino per la valorizzazione delle risorse e bellezze della Valle del Caffaro, anche attraverso l’azione sinergica per lo sviluppo del progetto Maniva 2.0, grazie al quale il sito dell’azienda diventa luogo virtuale di informazione, di conoscenza e di valorizzazione del territorio e del Monte, della sua comunità, della sua ricchezza di risorse, come l’acqua e la natura protetta, del suo turismo e della sua cultura.

UN TREND POSITIVO

Negli ultimi tempi MANIVA SpA ha consolidato la sua crescita, nonostante un settore sostanzialmente saturo e un mercato che, nell’ultimo biennio, ha fortemente risentito dell’andamento negativo della congiuntura economica. Il Gruppo MANIVA SpA, invece, mantiene con un fatturato di 16 milioni di euro, con 140 milioni di bottiglie vendute.
Un successo, questo, legato a diversi fattori: corrette strategie produttive e di sviluppo fin dalla fondazione del Gruppo, nel 1998; rapporto leale e trasparente con il consumatore; forte identità territoriale delle sue acque (tutte provenienti da aree protette ed incontaminate); conseguente qualità riconosciuta dei suoi prodotti.
Con una quota del mercato nazionale superiore all’1% – e grazie a marchi dotati di una propria forza di riconoscibilità da parte dei consumatori – il Gruppo si pone ormai nell’orbita delle aziende di riferimento nel settore delle acque minerali.
Il marchio VERNA, distribuito principalmente nell’area Nielsen 3, negli ultimi anni è cresciuto costantemente, grazie anche all’accordo siglato con un Consorzio di grossisti toscani per la produzione di un’acqua a marchio, e un forte sostegno pubblicitario sui principali media locali: nelle regioni del Centro Italia l’acqua minerale VERNA ha superato la quota del 2%.