Lo sport:
integratore naturale
durante il cambio di stagione

Il cambio di stagione è un momento delicato per il corpo, ma soprattutto per la mente. Il fisico reagisce in maniera particolare a questo momento di transizione dalla stagione del freddo all’arrivo del caldo. La condizione classica che si vive durante tale periodo viene definita “astenia”, cioè mancanza di forze. Ci si sente spossati, stanchi e debilitati. Alcuni scienziati sostengono che il cambio di temperatura, pressione atmosferica e umidità influenzino alcuni neurotrasmettitori che sono strettamente connessi al nostro umore. Ciò che si registra è un malumore generale più che un malessere fisico. Seppur le cause siano da ricercare all’esterno, se prepariamo il nostro corpo in maniera corretta a questo cambio, possiamo ridurre gli effetti del cambio di stagione.

In questo periodo, il rischio di ammalarsi fisicamente o di entrare in un circolo vizioso di stanchezza mentale cronica, è molto alto. Cosa bisogna fare quindi per scongiurare questa eventualità e vivere il cambio di stagione in modo positivo?

Di primaria importanza è uscire dal letargo, farlo senza pensare, farlo e basta. Prolungare il momento di stasi e non allenarsi, aumenta la stanchezza cronica. Più in basso troverete alcune linee guida per ricominciare a fare sport in modo sano e senza traumi.

Il dato importante che vi può far riflettere è che quasi il 90% delle persone che praticano sport in maniera costante, non vivono il cambio di stagione in modo traumatico. Anzi, con il passaggio dall’inverno alla primavera, c’è un miglioramento della performance, dovuto anche ad una maggior esposizione alla luce solare e a un clima più temprato. Chi si allena durante tutto l’anno presenta delle difese immunitarie più alte e che rispondono meglio alle sfide esterne, sia degli agenti atmosferici che di eventuali virus.

In definitiva, come vincere il cambio di stagione in 5 passi? Leggi qui sotto!

1- Correre il mattino presto:
È  fondamentale in questo periodo abituare il corpo gradualmente a stare all’aria aperta. La corsa permette di rinforzare sia i muscoli che il sistema cardiocircolatorio. Non esagerate con le distanze, aumentate progressivamente tempo e numero di chilometri. Calcolate il percorso in maniera da rientrare a casa di corsa, senza restare sudati esposti a correnti d’aria. È giusto sudare, ma evitate il rischio di disidratarvi, esagerando con il numero di strati;

2- Yoga la sera:
Dato che in questo periodo delicato, gli ormoni, sono particolarmente sensibili ai cambiamenti, è importante introdurre lo yoga dopo il tramonto; In modo che aiuti a ristabilire la calma mentale, a rilassare i muscoli e a far circolare gli ormoni in maniera corretta all’interno del flusso sanguigno. La pratica yogica e gli esercizi di respirazione, aiuteranno a dormire in maniera profonda e rigeneranti;

3- Idratarsi in maniera corretta:
È fondamentale scegliere un’acqua con un pH > 8 e un residuo fisso non troppo elevato per compensare gli squilibri idrici tipi di questo periodo. Bere almeno 2 litri d’acqua distribuendoli all’interno della giornata e in caso di pratica sportiva medio-intensa arrivare almeno a 3 litri. È importante consumare acqua alcalina soprattutto dopo aver termina l’attività fisica. Se l’acqua non basta a re-idratare il corpo potete integrare con dei sali minerali, in modo da ristabilire l’equilibrio elettrolitico, o idro-salino, dell’organismo;

4- Dieta completa con frutta e verdura di stagione:
Spesso la sensazione di spossatezza tipica di questo periodo, porta le persone a mangiare meno, per evitare un’ulteriore pesantezza. In realtà limitare l’introito di macronutrienti, al contrario di quanto si possa pensare, aumenta la stanchezza cronica. Consumate frutta e verdura di stagione a partire dalla colazione, frutta secca e alimenti integrali. Aumentare le porzioni di legumi settimanali e riducete i dolci e i prodotti confezionati;

 

5- Integrazione:
Spesso in questo periodo soprattutto se la dieta è poco varia ed equilibrata, può essere necessario assumere integratori, che ci aiutino a superare il cambio di stagione. Potassio e magnesio oltre che le vitamine del gruppo B.

Svolgere attività fisica in maniera costante e curare la propria alimentazione, restano i migliori alleati contro gli sbalzi e la spossatezza del cambio di stagione.

Beatrice Mazza – Personal trainer