you are what you eat

Tavola di maggio

Nutrirsi con equilibrio

A maggio le temperature iniziano ad alzarsi e la tavola si riempie di nuovi colori grazie a un orto più ricco che mai. E’ noto per essere il mese della fioritura e dell’esplosione dalla natura. Ritorna la voglia di leggerezza e freschezza, per questo si prediligono insalatone, bruschette fresche, verdura cruda e saporita e frutta.

Perchè di stagione?

Consumare alimenti stagionali ha moltissimi vantaggi e non bisogna sottovalutarne l’importanza, soprattutto al giorno d’oggi, quando nei supermercati si possono trovare molti ortaggi durante tutto l’anno. Molto meglio, per la salute e il portafoglio, indirizzare le proprie scelte alimentari verso alimenti che la natura ci offre.

Se in inverno si opterà maggiormente per verdure in zuppa, minestrone o con cotture lente; in primavera verranno privilegiate insalate fresche, verdure in pinzimonio, verdure cotte rapidamente usate poi per condire un primo piatto.

Mangiare ortaggi di stagione è preferibile anche per l’organismo. Frutta e verdura che vengono coltivate seguendo il normale ciclo della natura sono più ricche di vitamine, sali minerali e hanno sicuramente un gusto e un sapore più deciso e goloso.

Si rispetta anche il suolo: i prodotti fuori stagione richiedono un maggior utilizzo di energia e uno spreco di suolo, creando maggiore inquinamento e danneggiando l’ambiente.

Verdura di maggio

Asparagi
Sono ortaggi ricchi di sali minerali, tra cui il potassio, ma anche di vitamine, in particolare vitamina C, vitamina A e vitamina E. Hanno caratteristiche depurative e drenanti, utili per stimolare l’attività di stomaco e intestino.

Fagiolini
O cornetti, che dir si voglia. Dal punto di vista botanico si tratta di legumi, ma nutrizionalmente parlando sono molto più simili alle verdure. Sono ricchi di sali minerali come calcio e silicio e danno un buon apporto di fibre, che aiutano nel controllo del colesterolo e nel transito intestinale. Contengono carotenoidi (betacarotene e luteina): sostanze dall’attività antiossidante.

Fave
Appartengono alla famiglia dei legumi, cosi come piselli, lenticchie, ceci e fagioli. Sono fonte di proteine, sali minerali tra cui ferro, e vitamine. Inoltre hanno un alto contenuto di fibra solubile, utile per abbassare i livelli di colesterolo. E’ importante ricordare che le fave,essendoi legumi, non sono da considerarsi come un contorno, ma una pietanza da utilizzare unita ai cereali per creare piatti unici, oppure in sostituzione ad alimenti proteici (carne, pesce, uova…).

Altra verdura che si può trovare al mercato in questo mese:carciofi, cicoria, finocchi, radicchio, rucola, spinaci, indivia, lattuga, ravanelli, barbabietole, taccole, peperoni, carote, fagioli, zucchine.

La frutta di maggio

Un carico di vitamine e gusto arriva anche dai tanti tipi di frutta.

Ciliegie
Sono ricchissime di flavonoidi, sostanze antiossidanti: in particolare sono ricche di antociani, che hanno proprietà antinfiammatorie e antidolorifici. Dal punto di vista vitaminico contengono vitamina A, C e sali minerali come potassio, calcio e fosforo. Inoltre hanno, grazie alla presenza di acido malico, un’azione depurativa e diuretica.

Nespole
Hanno un elevato contenuto di vitamina C e calcio. Regolano la funzionalità intestinale: hanno proprietà astringenti se mangiate acerbe e lassative se scelte mature.

Ma troviamo anche fragole, kiwi, arance, pompelmo, lamponi, nespole e amarene

Forza, colorate le vostre tavole…non ci sono scuse!

Francesca Oggionni
Dietista libero professionista
“Credo fermamente che un'alimentazione equilibrata
sia essenziale per ritrovare il nostro benessere.”
Mi sono Laureata in Dietistica presso l’Università degli Studi di Milano, Facoltà di Medicina e Chirurgia, con voto finale 110/110 e lode. Ho conseguito la Laurea Magistrale in Alimentazione e Nutrizione Umana presso l’Università degli Studi di Milano, Facoltà di Medicina e Chirurgia, con voto finale 110/110 e lode.

Attualmente pratico l’attività di libera professione a Rivolta d’Adda (CR) e in altre strutture dove svolgo visite dietetiche ambulatoriali; frequento l’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano, collaborando con la dietista dott.ssa Manuela Pastore.